Sostenere gli obiettivi delle smart city con un’unica telecamera di sorveglianza

Andrea Sorri

La collaborazione è la chiave per lo sviluppo di smart city di successo.

Sono molte le autorità pubbliche che devono cooperare per garantire che i processi e le risposte in tutta la città siano ottimizzati ed efficienti. Una delle principali sfide che vediamo per le città nel loro percorso per diventare “intelligenti”, è che i vari settori della pubblica amministrazione e le organizzazioni private hanno la tendenza a lavorano in “silos”, seguendo ciascuna la propria agenda. Con la giusta condivisione e collaborazione è possibile sfruttare l’ampio potenziale a disposizione per accelerare lo sviluppo futuro. Basti pensare, ad esempio, che la stessa fonte di dati – poniamo, un semaforo – può generare valore in molti modi diversi, a seconda delle esigenze.

La condivisione di sistemi, dati e approfondimenti tra le autorità sarà fondamentale per prendere decisioni informate sui processi esistenti e futuri. Questo approccio collaborativo riconosce il valore di diverse fonti di dati ed evidenzia la comprensione delle esigenze attuali e future. Grazie a questa conoscenza, è possibile effettuare investimenti intelligenti in strumenti “a prova di futuro” e soluzioni scalabili. Un sistema connesso audio e video può, in questo senso, essere utilizzato come strumento decisivo per la raccolta e la valutazione di fonti di dati in tutta la città.

 

Le telecamere connesse offrono un vantaggio

Le telecamere di rete svolgono già un ruolo chiave nelle città, venendo normalmente utilizzate per una sola applicazione d’uso. In realtà, una telecamera connessa può in realtà essere utilizzata per raccogliere contenuti visivi, ma anche come sensore per fornire dati e statistiche a diverse organizzazioni pubbliche, dalle forze dell’ordine agli organi che si occupano di monitorare il traffico o l’inquinamento ambientale. Sostanzialmente, si tratta di favorire la collaborazione abbattendo i silos di dati in tutta la città. Ad esempio, una telecamera potrebbe fornire informazioni sul flusso di traffico e sulla sicurezza dei pedoni, aiutando le autorità a correlare questi fattori con temi di tipo ambientale, come la qualità dell’aria.

Tuttavia, l’acquisizione dei dati è solo il primo passo. All’interno dell’ecosistema di una città intelligente, le informazioni sui dati possono essere utilizzate per prendere le migliori decisioni nei confronti dei cittadini. È fondamentale che queste intuizioni vengano prese in considerazione tenendo conto del quadro più ampio. Questo tipo di approccio preparerà la scena per ulteriori casi d’uso per le telecamere connesse.

 

Prepararsi per il futuro

Via via che emergono nuovi casi d’uso, è importante considerare il tipo di installazione utilizzata e gli obiettivi che si pone. Un’architettura aperta consente a nuovi dispositivi di essere collegati a sistemi esistenti, fornendo un’agilità, flessibilità e scalabilità che reagisce alle esigenze della città.

L’installazione e il tipo di telecamera utilizzata sono fondamentali per la qualità dei dati acquisiti. Sebbene sia possibile utilizzare molte telecamere, quelle multisensore sono particolarmente adatte a questa funzione, poiché la copertura a 180° offre dettagli elevati e una distorsione minima. Poiché queste telecamere hanno più sensori, offrono un’ampia copertura combinata con un’alta qualità dell’immagine e un’alta densità di pixel. Una caratteristica che si rivela cruciale in fase di analisi del contenuto del video, da mettere in relazione con altre fonti di dati.

Altre due tecnologie utili sono la compressione video e lo streaming multi-view, che consente di ritagliare e riprodurre in streaming simultaneamente diverse aree del campo visivo della telecamera. Lo streaming multi-view può aiutare a ridurre la larghezza di banda utilizzata e l’uso della memoria consentendo al contempo di coprire una vasta area con una sola telecamera.

Ciò è particolarmente rilevante in risposta a possibili incidenti. Una soluzione di questo tipo può essere utilizzata per raccogliere le informazioni utili per affrontare il problema e ridurre al minimo l’impatto dell’incidente sul traffico e sulla città in generale.

 

Un approccio connesso per massimizzare il ROI

È fondamentale che diversi settori lavorino insieme per garantire che i processi siano ottimizzati ed efficienti in tutta la città. La tecnologia è un fattore abilitante chiave e le soluzioni a supporto della collaborazione dovrebbero essere considerate una priorità. Le autorità cittadine devono anche considerare il ritorno economico su tutti i loro investimenti, che viene inizialmente fatto considerando un unico caso d’uso di una telecamera. Ma scegliendo la telecamera giusta, capace di garantire applicazioni differenti, il ritorno sull’investimento sarà ancora maggiore perché eviterà di utilizzare altri strumenti per svolgere le stesse funzioni.

I sistemi di videosorveglianza connessi sono già in grado di essere utilizzati in questo modo e l’architettura aperta semplifica l’aggiunta di dispositivi IoT alle telecamere esistenti. Utilizzando queste soluzioni al massimo delle loro potenzialità, le città intelligenti saranno in una posizione ottimale per evolvere e rispondere alle esigenze future.

 

Scopri di più su come Axis può aiutarti ad avviare la tua città intelligente, qui:

8 ragioni per scegliere Axis