“Che lavoro fai?” Cosa significa lavorare in Axis?

Rosalba Convertino

Le scuole sono quasi finite e ieri sera abbiamo partecipato alla cena di fine anno. Conosco ancora poco gli altri genitori e, come accade spesso in questi primi incontri, tra una chiacchiera e l’altra, mi è stata posta la classica domanda: “Che lavoro fai?”

Beh, ammetto che di solito non so cosa rispondere in una sola parola. Cerco di cavarmela con un laconico “Mi occupo di comunicazione e marketing”. Molto spesso non basta.

La domanda successiva riguarda il “cosa” fa l’azienda per cui lavoro.

Non è facile spiegare cosa “fa” Axis senza entrare in tecnicismi complessi che a me, che la vivo dall’interno, vengono ormai naturali.

La risposta istituzionale sarebbe “Aggiungiamo nuove dimensioni alla sicurezza, rendendo la tua vita più facile e sicura”. Descrizione corretta, ma è davvero chiara per tutti? In un contesto come questo, estraneo al settore specifico, temo sinceramente di no. Quindi provo con “Soluzioni video connesse per un mondo più smart e sicuro”, oppure “Telecamere di videosorveglianza”. Anche questo è vero, naturalmente, ma non abbastanza. Molte volte è sufficiente per gli altri.

Il punto è che mi rendo conto che non è abbastanza per me. Per esempio, non so mai quale verbo usare per aprire la frase: “Facciamo telecamere”. Le progettiamo? Le sviluppiamo? Le produciamo? Guidiamo il mercato della sorveglianza attraverso di loro? Come spiegarlo? Inoltre, non offriamo “solo” telecamere, non garantiamo “solo” la videosorveglianza. Quindi, cosa rispondere? “Soluzioni video connesse”? Corretto, ma quante parole devono essere spiegate in questo caso? Partiamo da “soluzioni”: è importante chiarire che cos’è una soluzione, non è così ovvio.

Una soluzione risolve un problema ma un problema di sicurezza quanto può essere complesso e soggettivo? Ognuno di noi può declinarlo in contesti e interpretazioni del tutto individuali. Comprendiamo tutti il bisogno di protezione e sicurezza, è facile parlare di telecamere, come lo è spiegare che sono digitali e connesso alla rete internet; anche il concetto di controllo perimetrale è “semplice”, ed è quello con cui di solito comincio a spiegare il valore dei nostri sistemi a chi me lo chiede. Non uso mai la definizione “End to End Solutions”, piuttosto parlo di soluzioni complete e integrate che comprendono il lavoro collegiale di un sistema di telecamere ottiche e termiche, illuminazione, allarmi, audio, radar, controllo degli accessi. Parlo di un’azienda impegnata a rispondere alle esigenze dei propri clienti, aggiungendo sempre nuove dimensioni al proprio business per fornire soluzioni integrate e all’avanguardia. Di un’impresa che ascolta i propri clienti per immaginare insieme a loro la sicurezza del futuro, contribuendo a rendere più smart ed efficienti le loro società.

Naturalmente, tralascio un mondo di possibilità che di fatto le nostre tecnologie rendono possibile, come ad esempio l’analisi video, la progettazione di prodotti come sensori per l’IoT, la sicurezza come servizio, e mi dispiace davvero per questo. È un mondo complesso e non facile da spiegare.

In fin dei conti, mio figlio è stato il più efficiente di tutti nello spiegare cosa faccio, pur non risolvendo il mio problema: impressionato dalla telecamera di rete AXIS Q6155-E PTZ con messa a fuoco laser, è solito dire con orgoglio: “L’azienda in cui lavora la mamma produce telecamere laser!”. Naturalmente, non è questo il caso, ma mi diverte immaginare Luke Skywalker che, con la sua spada laser attiva, regola la messa a fuoco della telecamera montata sul droide R2-D2 per ottenere una qualità galattica dell’immagine!

 

Scopri di più su Axis:

About Axis