Dal chip in su: qualità ad ogni livello

Articolo
14 novembre 2019
I clienti si aspettano sempre la videosorveglianza di più alta qualità che la tecnologia consenta al momento. Per offrirla, non solo è fondamentale controllare il più possibile tutte le fasi di produzione, ma anche curare l'elemento più importante della telecamera: il chip.

Il processore ARTPEC – progettato per la prima volta nel 1999 e attualmente alla settima generazione – è ciò che consente ad Axis di offrire le telecamere di rete della più alta qualità possibile. Progettato specificamente per la videosorveglianza, l'ultimo chip ARTPEC-7 ha prestazioni di oltre 50 volte superiori all'originale. Controllando la progettazione e la produzione dei processore, Axis può creare prodotti ottimizzati al meglio per le esigenze dei clienti, affrontando anche fattori esterni che si evolvono come i rischi legati alla cyber security.

Qualità interna

Nelle telecamere di sorveglianza, il concetto di alta qualità può assumere numerose forme. Ovviamente, significa offrire immagini ad alta risoluzione, ma anche funzionalità che soddisfino le esigenze specifiche di ogni cliente e che siano facili da utilizzare. Per poter garantire la qualità da tutti i punti di vista è fondamentale il processore ARTPEC.

Il frutto di due decenni di sviluppo è un chip unico sul mercato, per diversi fattori. Uno dei punti principali a suo vantaggio è che ARTPEC viene progettato e sviluppato direttamente in sede: anche se potrebbe non sembrare niente di speciale, in realtà è alla base di tanti vantaggi che riesce ad offrire ai clienti.

Stefan Lundberg, Expert Engineer Axis, spiega: “Il chip ARTPEC è da sempre ottimizzato per un'efficiente elaborazione e compressione delle immagini o, in altre parole, per soddisfare le esigenze di alta qualità del video di rete di domani. Ci permette di realizzare telecamere che non hanno solo una qualità d'immagine estremamente alta, ma offrono anche prestazioni elevate, una gestione efficiente della larghezza di banda e la possibilità di eseguire le analisi in modalità edge. Grazie allo sviluppo in-house, possiamo adattare esattamente il processore alle funzionalità della telecamera, e dunque alle esigenze dei clienti”.

Sicurezza in prima linea

Mentre la cyber security diventa un aspetto sempre più importante per le telecamere connesse, nonché una grande preoccupazione per i clienti, da anni i processori ARTPEC vengono progettati tenendo a mente i pericoli attuali e futuri. Il controllo totale sulla progettazione e sulla produzione del chip consente di revisionarlo più rapidamente e ottimizzarlo in base ai requisiti di cyber security, che mutano di continuo.

Lundberg spiega: “Il fatto che i chip ARTPEC siano progettati in sede ci permette di controllare tutti i processi – dall'architettura al chip finito - e di verificare che nella catena produttiva non ci siano lacune che favoriscano l'introduzione di vulnerabilità di sicurezza. Conoscere i nostri chip così in dettaglio permette di identificare e ridurre i potenziali rischi per la sicurezza molto prima di quanto accada in altri casi”.

ARTPEC 7

L'ultima generazione del chip, ARTPEC-7, consente di utilizzare funzionalità di sicurezza "incorporate" sulle telecamere Axis come il firmware con firma digitale, che permette di installare solo firmware sicuri e autorizzati, e Secure Boot, che impedisce il boot di firmware non autorizzati. Alcune telecamere includono anche un TPM (Trusted Platform Module), che protegge ulteriormente l'archiviazione di chiavi crittografiche e certificati.

Nuove funzionalità e vantaggi per la sicurezza

Un altro vantaggio importante del processore ARTPEC-7 è che offre anche vantaggi utili per la sicurezza. Ad esempio, consente di eseguire analisi efficaci in modalità edge, perché le telecamere hanno la potenza di calcolo necessarie per analizzare da sole i dati. Il vantaggio principale è il rilevamento di oggetti in tempo reale, che permette ad Axis di sviluppare potenti analisi che sfruttano questa funzionalità. Queste applicazioni possono essere integrate direttamente sul dispositivo, per analizzare i filmati senza dover inviare i dati a un server centrale. È proprio qui che risiede un altro vantaggio per la sicurezza: analizzando i dati, rendendoli anonimi e crittografandoli direttamente sul dispositivo, prima che vengano trasferiti al datacenter, le eventuali perdite di dati sensibili si riducono significativamente.

Guardare sempre al futuro

Lo sviluppo dei processore ARTPEC prosegue con costanza per soddisfare le esigenze dei clienti, che determineranno i prodotti da realizzare nei prossimi anni. Per poter decidere le caratteristiche a cui dare la priorità, un team di esperti guarda al futuro per garantire che la prossima generazione di chip soddisfi tutti i potenziali requisiti.

Il controllo su tutti gli aspetti del prodotto finale attraverso la produzione del processore, dal nostro punto di vista, ha un valore inestimabile.

Lundberg conclude: “Ci impegniamo a sviluppare il nostro chip in sede perché ci consente soprattutto di creare soluzioni ottimizzate per le applicazioni di videosorveglianza di rete. Questo, in ultima battuta, è il principale motivo per cui i clienti e i Partner scelgono le telecamere Axis. Detto questo, vanno considerati anche altri aspetti: dalla sicurezza intrinseca dei prodotti fino alla riduzione dei costi totali del sistema. Per noi, il controllo su tutti gli aspetti del prodotto finale attraverso la produzione del chip ha un valore inestimabile. Sono sicuro che nei prossimi decenni vedremo molte altre generazioni del chip ARTPEC”.

Scopri di più sulla storia di Axis:
La storia di Axis
Per ulteriori informazioni contattare: Enrica Marras, Marketing Specialist, Axis Communications
Telefono +39 011 8198817
Per saperne di più