Telecamere termiche di rete Axis

Rilevamento affidabile: 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Come qualsiasi altra telecamera, la telecamera termica o con allarme di temperatura raccoglie le radiazioni elettromagnetiche che si formano in un'immagine. Tuttavia, mentre una telecamera convenzionale opera nel campo della luce visibile, cioè con lunghezze d'onda tra circa 400 e 700 nanometri (0,4-0,7 μm), una telecamera termica è progettata per rilevare le radiazioni con lunghezze d'onda maggiori. Le telecamere termiche funzionano per la maggior parte del tempo nel dominio IR a lunghezza d'onda media (MWIR) che è di circa 3-5 µm o nel dominio IR a lunghezza d'onda lunga (LWIR) che è di circa 8-14 µm.

La maggiore differenza tra MWIR e LWIR rispetto alle radiazioni di lunghezze d'onda più corte, è che MWIR e LWIR sono principalmente radiazioni emesse e non riflesse. Le telecamere termiche possono rilevare le radiazioni emesse. L'acquisizione delle immagini termiche funziona perché tutti gli oggetti, organici o inorganici, emettono una certa quantità di radiazione infrarossa in funzione della loro temperatura. Dal momento che l'oggetto stesso emette luce, le telecamere termiche non dipendono dalla luce visibile e possono lavorare in tutte le condizioni di luce, di giorno o di notte.

Le telecamere termiche sono dotate di due diversi tipi principali di sensori, sensori raffreddati di fascia alta, utilizzati principalmente per impieghi militari e scientifici, e i meno costosi sensori non raffreddati. Le telecamere termiche Axis sono telecamere non raffreddate con la cosiddetta tecnologia micro bolometro che funziona nel dominio LWIR.

La capacità di emettere energia assorbita è chiamata emissività (e). Tutti i materiali hanno più o meno emissività, che varia tra 0 e 1. La pelle umana assorbe tutta la radiazione di incidente e ha un'emissività vicino a 1
(~ 0,97), mentre un materiale più riflettente ha minore emissività. 

La radiazione termica di un oggetto dipende anche dalla sua temperatura, più è caldo, maggiore è la radiazione termica emessa. Gli esseri umani non possono vederla, ma sono in grado di percepire, ad esempio, quando ci si avvicina a un falò o si entra in un sauna. Maggiore è la differenza di temperatura, maggiore sarà il contrasto nell'immagine che rende l'oggetto più visibile.

Le immagini termiche sono a volte associate a colori brillanti e intensi, il che può sembrare anomalo se si considera che la fotocamera funziona fuori lo spettro della luce visibile. La risposta è che i colori vengono realizzati in digitale, nei cosiddetti pseudo-colori o tavolozze. Ogni colore o tonalità della tavolozza rappresenta una diversa temperatura, di solito bianco e rosso per le temperature più elevate, verde, blu e viola per quelle più fredde. Il motivo è soprattutto pratico, perché l'occhio umano distingue meglio le diverse sfumature di colore che le diverse tonalità di grigio.

Le telecamere termiche non solo funzionano bene nelle scene scure, ma sono anche un ottimo strumento per il rilevamento di persone e oggetti nella sorveglianza 24/7 in qualunque luogo, anche se la persona indossa un abbigliamento mimetico. Per quanto riguarda il rilevamento, le telecamere termiche sono superiori alle telecamere convenzionali in un'ampia gamma di condizioni climatiche difficili, come neve e nebbia.

I sensori termici sono soggetti alle norme di controllo relative all'esportazione e pertanto è sempre opportuno conoscere e rispettare le disposizioni delle autorità competenti locali in materia di controllo delle esportazioni.