Network cameras

Tipi di telecamere di rete

Le telecamere di rete possono essere classificate a seconda se sono state progettate solo per uso in ambienti interni oppure in ambienti interni ed esterni. Le telecamere di rete per ambienti esterni spesso sono dotate di un obiettivo a diaframma automatico per regolare la quantità di luce a cui è esposto il sensore immagini. Una telecamera per ambienti esterni richiede anche una custodia protettiva esterna, a meno che il design della telecamera non comprenda già una custodia protettiva. Sono disponibili custodie anche per telecamere da interni che richiedono la protezione in ambiente difficili soggetti a polvere e umidità oppure esposti a possibili atti vandalici o manomissioni. In alcuni design di telecamere, le funzioni anti-vandalismo e antimanomissione sono già integrate e non è necessaria una custodia esterna protettiva.

 

Le telecamere di rete, sia per uso interno che esterno, possono essere ulteriormente classificate in telecamere di rete fisse, a cupola fisse, PTZ e dome PTZ.

Telecamere di rete fisse

Una telecamera di rete fissa, che può essere dotata di obiettivo fisso o varifocale, è una telecamera con un campo visivo fisso (normale/teleobiettivo/ampio angolo) una volta installata. Una telecamera fissa è il tipo di telecamera tradizionale in cui la telecamera e la direzione in cui è orientata sono chiaramente visibili. Questo tipo di telecamera rappresenta la soluzione ideale per le applicazioni in cui è indispensabile installare la telecamera in un luogo visibile. Una telecamera fissa solitamente consente la sostituzione dell’obiettivo. Le telecamere fisse possono essere installate in custodie per interni o esterni. Ulteriori informazioni:

See  Telecamere di rete fisse Axis.

Telecamere di rete a cupola fisse

Una telecamera di rete a cupola fissa, anche chiamata “mini-cupola”, è essenzialmente costituita da una telecamera fissa preinstallata in una piccola custodia a cupola. La telecamera può essere orientata in qualunque direzione. I vantaggi principali di questo tipo di telecamera sono il design discreto e compatto, oltre alla difficoltà di stabilire in che direzione è orientato l’obiettivo. La telecamera è anche resistente alle manomissioni.

Uno dei limiti di una telecamera a cupola fissa è che raramente viene fornita con un obiettivo intercambiabile e, anche in tal caso, la scelta degli obiettivi è limitata dallo spazio all’interno della cupola. Per compensare questo limite, spesso tali telecamere sono dotate di un obiettivo varifocale che consente di regolare il campo visivo della telecamera.

Le telecamere a cupola fisse Axis sono progettate con diversi tipi di custodie, ad esempio a prova di manomissione e/o di classe IP66 per ambienti esterni. Non è necessario alcuna custodia esterna. Le telecamere a cupola fisse in genere sono montate su pareti o soffitti. Ulteriori informazioni: 

See Telecamere di rete a cupola fisse Axis.

Covert network cameras

Covert cameras are designed to blend into the environment and be virtually impossible to discover. They can be placed at eye-level at entrances or integrated into things such as ATM machines for discreet or covert surveillance. They can enable close-up shots for identification purposes or overview surveillance. Tampering risks are also reduced.

Using a pin-hole lens, Axis’ indoor/outdoor covert network cameras provide resolutions of up to 1 MP, including HDTV 720p, and come pre-mounted with an Ethernet cable for both power and data. The cameras are ideal for use in retail stores, banks and hospitals.

See covert cameras product range.

Telecamere PTZ e telecamere dome PTZ

Una telecamera PTZ (Pan, Tilt, Zoom) o una telecamera dome PTZ puo’ ruotare, inclinarsi ed eseguire ingrandimenti o riduzioni di un’area o un oggetto manualmente o automaticamente. Tutti i comandi PTZ vengono inviati tramite lo stesso cavo di rete della trasmissione video; a differenza di una telecamera PTZ analogica non occorre installare cavi RS-485. Alcune funzioni che possono essere incorporate in una telecamera PTZ o una telecamera dome PTZ sono:

  • EIS (Electronic Image Stabilization). In ambienti esterni, le telecamere dome PTZ con fattori di zoom superiori a 20x sono sensibili a vibrazioni e movimenti causati dal traffico o dal vento. La funzione EIS consente di ridurre gli effetti della vibrazione in un video. Oltre a produrre video più utili, riduce la dimensione file dell’immagine compressa, consentendo di risparmiare spazio di memorizzazione prezioso.
  • Privacy masking. La funzione “privacy masking”, che consente di bloccare o mascherare determinate aree di una scena per evitarne la visualizzazione o la registrazione, può essere disponibile in diversi prodotti con tecnologia video di rete. In una telecamera PTZ o in una telecamera dome PTZ, questa funzione consente di mantenere la privacy anche quando il campo visivo della telecamera cambia, poiché la maschera si sposta con il sistema di coordinate.
  • Posizioni preimpostate. Molte telecamere PTZ e telecamere dome PTZ consentono di programmare diverse posizioni, solitamente da 20 a 100. Una volta impostate tali posizioni nella telecamera, l’operatore può passare rapidamente da una posizione alla successiva.
  • Inversione elettronica. Quando una telecamera dome PTZ viene installata su un soffitto e utilizzata per seguire i movimenti di una persona, ad esempio, in un punto vendita, è possibile che la persona passi esattamente sotto la telecamera. Quando si seguono i movimenti della persona, senza la funzione di inversione elettronica le immagini verrebbero visualizzate capovolte. Tale funzione ruota elettronicamente le immagini di 180° in questi casi. Questa rotazione viene eseguita automaticamente e in modo impercettibile per un operatore.
  • Inversione automatica. Le telecamere PTZ, a differenza delle telecamere dome PTZ, non possono solitamente essere ruotate integralmente di 360° a causa di un fermo meccanico che impedisce alle telecamere di eseguire un movimento circolare completo. Tuttavia, con la funzione di inversione automatica una telecamera di rete PTZ può invertire rapidamente la testa della telecamera di 180° e continuare a ruotare oltre il punto di partenza. La telecamera può quindi continuare a seguire i movimenti della persona o dell’oggetto in qualsiasi direzione.
  • Rilevamento automatico. È una funzione IV che consente di rilevare automaticamente una persona o un veicolo in movimento e seguirlo fino al limite dell’area di copertura. La funzione è destinata soprattutto a sistemi di videosorveglianza automatici che devono rilevare l’eventuale presenza occasionale di persone o veicoli. La funzione consente di ridurre notevolmente i costi di un sistema di videosorveglianza in quanto richiede un minor numero di telecamere per controllare una determinata area. Inoltre, aumenta l’efficacia della soluzione poiché consente a una telecamera PTZ o a una telecamera dome PTZ di registrare aree di una scena in cui vengono svolte attività.

Sebbene le telecamere PTZ e le telecamere dome PTZ possano condividere funzioni simili, esistono alcune differenze:

  • Le telecamere di rete PTZ non possono ruotare integralmente di 360° a causa di un fermo meccanico. Ciò significa che la telecamera non può seguire una persona che esegue un movimento circolare completo attorno alla telecamera. Fanno eccezione le telecamere dotate della funzione di inversione automatica, ad esempio, la telecamera di rete AXIS 215 PTZ.
  • Le telecamere di rete PTZ non possono essere utilizzate in modo continuativo in modalità automatica, ad esempio per le ronde di ispezione, dove la telecamera si sposta automaticamente da una posizione preimpostata all’altra.

Telecamere di rete PTZ meccaniche

Le telecamere PTZ meccaniche sono utilizzate principalmente in ambienti interni e in applicazioni in cui è previsto l’impiego di un operatore. Il livello di zoom ottico sulle telecamere PTZ solitamente è compreso tra 10x e 26x. Una telecamera PTZ può essere montata su soffitti o su pareti. 

Telecamere PTZ di rete non meccaniche

Una telecamera di rete PTZ non meccanica, ad esempio la telecamera AXIS 212 PTZ e la sua versione resistente alle manomissioni (immagine precedente), consente di effettuare rotazioni, inclinazioni, ingrandimenti e riduzioni immediate senza parti mobili e, quindi, senza usura e danni. Mediante un obiettivo ad ampio angolo offre un campo visivo più grande rispetto a una telecamera di rete PTZ meccanica.Una telecamera PTZ non meccanica utilizza un sensore con una risoluzione megapixel e consente a un operatore di ingrandire immediatamente una parte della scena senza perdere la risoluzione dell’immagine. Ciò è possibile tramite la visualizzazione di un’immagine panoramica in risoluzione VGA (640x480 pixel) anche se la telecamera acquisisce un’immagine con risoluzione più alta. La telecamera, quando riceve il comando di ingrandimento di una parte dell’immagine panoramica, utilizza la risoluzione megapixel originale per fornire un rapporto 1:1 completo in risoluzione VGA. L’immagine ingrandita finale offre ottimi dettagli con la stessa nitidezza. Con un normale zoom digitale, l’immagine ingrandita spesso perde in dettagli e nitidezza. Una telecamera PTZ non meccanica è ideale per installazioni a parete in luoghi riservati. Ulteriori informazioni:

See Telecamere di rete PTZ Axis.

Telecamere di rete dome PTZ

Le telecamere di rete dome PTZ possono coprire un’ampia area permettendo una maggiore flessibilità di rotazione, inclinazione e ingrandimento. Consentono una rotazione completa di 360° e un’inclinazione solitamente a 180°. Le telecamere dome PTZ sono l’ideale in installazioni discrete grazie al loro design, al montaggio (in particolare in installazioni su controsoffitto) e al fatto che è difficile vedere l’angolo di visualizzazione della telecamera (le coperture della cupola possono essere in colore chiaro o trasparenti sfumate). Una telecamera di rete dome PTZ, essendo meccanicamente robusta, è adatta per un funzionamento continuo in ronde di ispezione, dove la telecamera si sposta automaticamente da una posizione preimpostata alla successiva in un ordine predefinito o casuale. Solitamente, è possibile impostare e attivare fino a 20 ronde di ispezione durante diversi orari del giorno. Nelle ronde di ispezione, una sola telecamera di rete dome PTZ può coprire un’area per la quale sarebbero necessarie 10 telecamere di rete fisse. Lo svantaggio principale deriva dal fatto che è possibile monitorare un solo punto alla volta, il che vuol dire che se si sta controllando un’area specifica, le altre 9 aree non vengono sorvegliate. Lo zoom ottico di una telecamera dome PTZ è generalmente compreso tra 10x e 35x. Una telecamera dome PTZ viene spesso utilizzata in situazioni in cui è presente un operatore. Questo tipo di telecamera è montato su soffitto per ambienti interni oppure su un palo o una parete di un edificio in installazioni esterne.

Telecamere termiche di rete

Le telecamere termiche creano immagini basate sul calore irradiato da tutti gli oggetti. In genere le immagini prodotte sono in bianco e nero, ma possono essere colorate artificialmente per distinguere le varie tonalità in modo più agevole. La termografia dà il meglio quando vi sono grandi variazioni di temperatura nella scena; più un oggetto è caldo, più appare luminoso in un'immagine termica.

Le telecamere termiche sono ideali per rilevare persone, oggetti ed eventi nell'ombra, nell'oscurità totale o in presenza di altre condizioni difficili quali fumo e polvere. Poiché le immagini termiche non consentono un'identificazione affidabile, le telecamere vengono utilizzate principalmente per rilevare attività sospette. Dunque, in un sistema di sorveglianza agiscono da complemento e supporto alle telecamere di rete convenzionali. Le telecamere termiche possono essere utilizzate per la protezione di perimetri o superfici, offrendo un'alternativa efficace ed economica a rilevatori di intrusione a radiofrequenza, barriere elettrificate e riflettori. Nell'oscurità, garantiscono una sorveglianza discreta perché non occorre utilizzare luci artificiali. Nelle aree pubbliche, le telecamere termiche possono contribuire a proteggere aree pericolose o vietate come gallerie, binari e ponti. Negli ambienti interni, possono essere utilizzate per la sicurezza (es. rilevamento di persone negli orari di chiusura) o la gestione delle emergenze (es. incendi) negli edifici. Le telecamere termiche vengono spesso utilizzate in edifici e aree di massima sicurezza come centrali nucleari, istituti penitenziari, aeroporti, oleodotti/metanodotti e tratte ferroviarie sensibili.

Una telecamera termica richiede ottiche speciali perché il normale vetro bloccherebbe le radiazioni termiche. La maggior parte degli obiettivi per telecamere termiche contiene germanio, che consente il passaggio della luce infrarossa e delle radiazioni termiche. La capacità e la distanza di visione o rilevamento di una telecamera termica dipendono dall'obiettivo. Un obiettivo grandangolare consente alla telecamera termica di avere un campo visivo più ampio, ma una distanza di rilevamento minore rispetto a un teleobiettivo, che ha esattamente le caratteristiche opposte.

La sensibilità di una telecamera termica alle radiazioni infrarosse è espressa con il valore NETD (Noise Equivalent Temperature Difference). A un valore NETD minore corrisponde una maggiore sensibilità alle radiazioni infrarosse.

Le tecnologie termografiche, originariamente sviluppate per uso militare, sono regolamentate in modo specifico. Per la libera esportazione, la velocità in fotogrammi massima di una telecamera termica non può superare 9 fotogrammi al secondo (fps). Le telecamere termiche con velocità in fotogrammi fino a 60 fps possono essere vendute in Unione europea, Norvegia, Svizzera, Canada, U.S.A., Giappone, Australia e Nuova Zelanda, a condizione che l'acquirente sia registrato e possa essere rintracciato. Vedere Telecamere termiche - Gamma di prodotti.

Telecamere di rete per riprese diurne e notturne