Video management systems

Funzioni del sistema

Un sistema per la gestione video può supportare diverse funzioni. Di seguito sono descritte alcune delle funzioni più comuni:

Visualizzazione

Visualizzazione in diretta AXIS Camera Station.

Una funzione chiave di un sistema per la gestione video è la possibilità per l’utente di visualizzare in modo efficiente e facile video in diretta e registrati. La maggior parte delle applicazioni software per la gestione video consente a più utenti di visualizzare video in diverse modalità, quali visualizzazione a schermo diviso (più telecamere contemporaneamente), visualizzazione a schermo intero o sequenza di più telecamere (dove le visualizzazioni di diverse telecamere vengono mostrate automaticamente, una dopo l’altra).

Molti programmi software per la gestione video offrono una funzione di riproduzione da più telecamere, che consente agli utenti di visualizzare registrazioni contemporanee da diverse telecamere. In questo modo, gli utenti possono avere un’immagine completa di un evento, utile per le indagini. Ulteriori funzioni possono essere la visualizzazione da più monitor e la creazione di una mappa, che sovrappone icone di telecamera che rappresentano le posizioni delle telecamere su una mappa di un edificio o di un’area.

Supporto per più flussi

Più flussi video, configurabili singolarmente, consentono l’invio di video con velocità di trasmissione e risoluzione diverse a più destinatari.

I prodotti con tecnologia video di rete avanzata di Axis supportano più flussi; più flussi video di una telecamera di rete o un codificatore video possono essere configurati singolarmente con velocità di trasmissione, formati di compressione e risoluzioni diverse, e inviati a diversi destinatari. Questa funzionalità ottimizza l’uso della larghezza di banda di rete.

Registrazione video

Impostazioni della registrazione programmata con una combinazione di registrazioni in continuo e attivate da allarme/movimento applicate utilizzando il software per la gestione video AXIS Camera Station.

Con un software per la gestione video, quale AXIS Camera Station, i video possono essere registrati manualmente, in continuo o su attivazione (movimenti o allarmi) ed è possibile programmare l’esecuzione di registrazioni in continuo e attivate in orari predefiniti per ogni giorno della settimana. La registrazione in continuo solitamente utilizza una quantità maggiore di spazio su disco rispetto alla registrazione attivata da allarme. Una registrazione attivata da allarme può essere, ad esempio, avviata dal rilevamento di un movimento o da input esterni attraverso la porta di ingresso di una telecamera o un codificatore video. Con le registrazioni programmate, è possibile definire tabelle di orari per entrambi i tipi di registrazione, in continuo e attivata da allarme/movimento.

Una volta scelto il metodo di registrazione, la qualità della registrazione può essere determinata selezionando il formato video (ad esempio, H.264, MPEG-4, Motion JPEG), la risoluzione, il livello di compressione e la velocità di trasmissione. Questi parametri influenzano la larghezza di banda utilizzata nonché la dimensione dello spazio di memorizzazione richiesto.

I prodotti con tecnologia video di rete possono avere diverse velocità di trasmissione in base alla risoluzione. La registrazione e/o la visualizzazione alla massima velocità di trasmissione (ossia 30 fotogrammi al secondo per lo standard NTSC e 25 fotogrammi al secondo per lo standard PAL) su tutte le telecamere supera sempre i requisiti della maggior parte delle applicazioni. Le velocità di trasmissione in condizioni normali possono essere impostate su un valore più basso, ad esempio, da uno a quattro fotogrammi al secondo, per ridurre notevolmente i requisiti di memorizzazione. Nel caso di un allarme, ad esempio, se è attivata la funzione per il rilevamento di oggetti in movimento nel video o un sensore esterno, è possibile inviare un flusso separato con una velocità di trasmissione più elevata.

Registrazione e memorizzazione

La maggior parte dei software per la gestione video utilizza il file system Windows standard per la memorizzazione; pertanto, è possibile utilizzare qualsiasi unità di sistema o in rete per la memorizzazione dei video. Un programma software per la gestione video può consentire più livelli di memorizzazione; ad esempio, è possibile memorizzare le registrazioni su un’unità disco rigido principale (disco rigido locale) ed eseguirne l’archiviazione su dischi locali, unità in rete o unità disco rigido in remoto. Gli utenti possono specificare per quanto tempo le immagini devono rimanere sull’unità disco rigido principale prima che vengano eliminate o spostate sull’unità di archiviazione. Gli utenti possono anche impedire l’eliminazione automatica di video attivati da eventi, applicando loro un contrassegno specifico o bloccandoli nel sistema.

Funzioni per la gestione degli eventi e IV

Le funzioni per la gestione degli eventi e IV consentono al sistema di sorveglianza di essere sempre attivo e di analizzare costantemente gli input in modo da rilevare eventuali eventi. Al momento del rilevamento di un evento, il sistema attiva automaticamente la registrazione o la trasmissione di allarmi.

La gestione degli eventi consiste nell’identificare o nel creare un evento attivato da input, sia che derivino da funzioni incorporate in prodotti con tecnologia video di rete che da altri sistemi, quali terminali POS o software IV, e nella configurazione del sistema di videosorveglianza di rete in modo che risponda automaticamente all’evento, ad esempio, registrando il video, inviando notifiche di avviso e attivando diversi dispositivi, quali porte e spie.

Le funzionalità per la gestione degli eventi e IV possono essere utilizzate insieme per consentire a un sistema di videosorveglianza un uso più efficiente della larghezza di banda e dello spazio di memorizzazione di rete. Il monitoraggio in diretta tramite telecamera non è sempre richiesto, poiché è possibile inviare notifiche di avviso agli operatori quando si verifica un evento. Tutte le risposte configurate possono essere attivate automaticamente, migliorando i tempi di risposta. La gestione degli eventi consente agli operatori di controllare più telecamere.

Entrambi, le funzionalità di gestione degli eventi e IV, possono essere incorporati e utilizzati in un prodotto con tecnologia video di rete o in un programma software per la gestione video. Possono anche essere gestiti da entrambi, ossia un programma software per la gestione video può sfruttare la funzionalità IV integrata in un prodotto con tecnologia video di rete. In tal caso, la funzionalità IV, ad esempio per il rilevamento di oggetti in movimento nel video e tentativi di manomissione, può essere gestita dal prodotto con tecnologia video di rete e segnalata al programma software per la gestione video affinché intraprenda ulteriori azioni. Questo processo offre numerosi vantaggi:

  • Consente un uso più efficiente della larghezza di banda e dello spazio di memorizzazione, perché elimina la necessità per una telecamera di inviare continuamente video a un server per la gestione video per rilevare possibili eventi. L’analisi viene eseguita dal prodotto con tecnologia video di rete e i flussi video vengono inviati per la registrazione e/o visualizzazione quando si verifica un evento.
  • Non richiede che il server per la gestione video disponga di capacità di elaborazione elevate, riducendo quindi notevolmente i costi. Eseguire algoritmi IV è piuttosto costoso, in termini di CPU.
  • Consente la scalabilità. Se gli algoritmi IV dovessero essere eseguiti da un server, solo poche telecamere potrebbero essere gestite in un determinato momento. Sfruttando la funzionalità IV disponibile “separatamente”, ossia nella telecamera di rete o nel codificatore video, è possibile ridurre i tempi di risposta e gestire in modo proattivo un numero elevato di telecamere.

Impostazione di funzioni di attivazione di eventi utilizzando l’interfaccia Web di un prodotto con tecnologia video di rete Axis.

Trigger di eventi

Un evento può essere programmato o attivato. Gli eventi possono essere attivati, ad esempio, mediante:

  • Porte di ingresso: le porte di ingresso di una telecamera di rete o un codificatore video possono essere collegate a dispositivi esterni, quali un rilevatore di oggetti in movimento o un interruttore di apertura porta.
  • Attivazione manuale: un operatore può utilizzare dei pulsanti per attivare manualmente un evento.
  • Rilevamento di oggetti in movimento nel video: quando una telecamera rileva un oggetto in movimento in una finestra per il rilevamento di movimenti, può essere attivato un evento.
  • Manomissione telecamera: questa funzione, che consente a una telecamera di rilevare se è stata intenzionalmente coperta, spostata o messa fuori fuoco, può essere utilizzata per attivare un evento.
  • Attivazione audio: fornisce a una telecamera un supporto audio incorporato per attivare un evento se rileva un livello audio al di sotto o al di sopra di una determinata soglia.
  • Temperatura: se la temperatura supera o scende al di sotto dell’intervallo operativo di una telecamera, può essere attivato un evento.

Risposte

I dispositivi con tecnologia video di rete o un programma software di gestione video possono essere configurati per rispondere agli eventi sempre o in determinati momenti specifici. Quando un evento viene attivato, alcune risposte comuni che è possibile configurare sono:

  • Caricamento di immagini o registrazione di flussi video ad una o più specifiche ubicazioni e una data frequenza dei fotogrammi. Quando si utilizza la funzionalità innescata da un evento nell'interfaccia web dei dispositivi con tecnologia video di rete, è possibile caricare solo le immagini JPEG. Quando si utilizza un programma software per la gestione video, un flusso video con un formato di compressione specificato (H.264/MPEG-4/Motion JPEG) e un livello di compressione può essere richiesto dal dispositivo con tecnologia video di rete.
  • Attivazione porta di output: Le porte di output in una telecamera di rete o codificatore video possono essere collegate a dispositivi esterni come gli allarmi. (Vengono di seguito forniti ulteriori dettagli sulle porte di output).
  • Invio di notifica e-mail: Viene inviata all'utente una notifica sull'evento che si è verificato. È inoltre possibile allegare un'immagine all'e-mail.
  • Invio di notifica HTTP/TCP: Viene inviato un avviso a un sistema per la gestione video, che può, ad esempio, avviare le registrazioni.
  • Passaggio a preimpostazione PTZ: Questa funzione può essere disponibili con telecamere PTZ o cupole PTZ. Consente alla telecamera di puntare a una posizione specificata come una finestra quando si verifica un evento.
  • Invio di un SMS (Short Message Service), tramite un servizio di terze parti, con informazioni di testo sull'allarme o un MMS (Multimedia Messaging Service) con un'immagine che mostra l'evento.
  • Attivazione di un allarme audio sul sistema per la gestione video.
  • Attivazione di un popup su schermo, che mostra le aree controllate da una telecamera in cui è stato attivato un evento.
  • Visualizzazione di procedure che l'operatore deve seguire.

Inoltre, è possibile impostare buffer di immagini pre-allarme e post-allarme, che consente a un dispositivo con tecnologia video di rete di inviare un video di lunghezza e velocità di trasmissione preimpostate acquisito prima e dopo l'attivazione di un evento. Ciò può essere utile per fornire un'immagine più completa di un evento.

Porte di ingresso/uscita

Una funzionalità univoca per le telecamere di rete e i codificatori video, rispetto alle telecamere analogiche, è rappresentata dalle porte di ingresso e uscita (I/O) integrate. Queste porte consentono a un dispositivo con tecnologia video di rete di connettersi a dispositivi esterni e di abilitare la gestione dei dispositivi su una rete. Ad esempio, una telecamera di rete o un codificatore video collegati a un sensore di allarme esterno tramite la porta di ingresso possono ricevere istruzioni a inviare solo video quando si attiva il sensore.

La gamma di dispositivi che può essere collegata a una porta di ingresso del dispositivo con tecnologia video di rete è quasi infinita. La regola di base è che il dispositivo che commuta tra circuito aperto e chiuso può essere collegato a una telecamera di rete o un codificatore video. La funzione principale della porta di output del dispositivo con tecnologia video di rete è di attivare i dispositivi esterni, automaticamente o tramite controllo remoto da un operatore o un'applicazione software.

Tipo di dispositivo Descrizione Uso
Contatto porta Si tratta di un semplice interruttore magnetico in grado di rilevare l’apertura di porte o finestre. Quando il circuito viene interrotto (la porta viene aperta), la telecamera può inviare immagini/video o notifiche.
Rilevatore a infrarossi passivo (PIR) Sensore in grado di rilevare il movimento in base al calore emesso. Quando viene rilevato un movimento, il rilevatore PIR interrompe il circuito e la telecamera può inviare immagini/video o notifiche.
Rilevatore rottura vetri Sensore attivo che misura la pressione dell’aria dei locali e rileva gli improvvisi cali di pressione. Il sensore può essere alimentato dalla telecamera. Quando viene rilevato un calo della pressione dell’aria, il rilevatore interrompe il circuito e la telecamera può inviare immagini/video o notifiche.

 

Esempio di dispositivi che possono essere collegati alla porta di ingresso.
Tipo di dispositivo Descrizione Uso
Relé porta Relè (solenoide) che controlla l’apertura e la chiusura delle serrature delle porte. L’apertura/chiusura di una porta può essere controllata in remoto da un operatore (in rete) oppure può essere una risposta automatica a un allarme.
Sirena Sirena configurata per attivarsi nel caso in cui venga rilevato un allarme. Il prodotto con tecnologia video di rete può attivare la sirena in caso di rilevamento di un movimento utilizzando la funzione VDM incorporata o le “informazioni” acquisite dall’input digitale.
Sistema di allarme/ prevenzione delle intrusioni Sistema di allarme che controlla costantemente un circuito normalmente chiuso o aperto. Il prodotto con tecnologia video di rete può essere una parte integrante del sistema di allarme che funge da sensore, migliorando il sistema di allarme con la funzionalità di trasmissione video attivata da eventi.

 

Esempio di dispositivi che possono essere collegati alla porta di uscita.

Impostazione della funzione VMD nel software per la gestione video AXIS Camera Station.

Rilevamento di oggetti in movimento nel video

Il rilevamento di oggetti in movimento nel video (VMD, Video Motion Detection) è una funzione comune nei sistemi per la gestione video. È un modo per definire l’attività di una scena mediante l’analisi dei dati delle immagini e delle differenze in una serie di immagini. Con questa funzione, è possibile rilevare i movimenti in qualsiasi parte del campo visivo di una telecamera. Gli utenti possono configurare diverse finestre “incluse” (un’area specifica nel campo visivo di una telecamera che deve essere monitorata per rilevare eventuali oggetti in movimento) e finestre “escluse” (aree all’interno di una finestra “inclusa” che devono essere ignorate). Mediante la funzione VMD è possibile assegnare una priorità alle registrazioni, ridurre la quantità di video registrati ed eseguire più facilmente ricerche di eventi.

Allarme anti-manomissione attivo

Questa funzionalità IV, integrato in molti prodotti con tecnologia video di rete Axis, può essere utilizzata per l’attivazione di eventi nel caso in cui una telecamera venga manomessa in qualche modo; ad esempio, se la telecamera viene spostata accidentalmente, viene bloccata, perde la messa a fuoco oppure viene spruzzata con vernice, coperta o danneggiata. Senza tale funzione di rilevamento, l’uso delle telecamere di sorveglianza può essere limitato.

Funzioni di amministrazione e gestione

Il software AXIS Camera Management consente di individuare, installare e configurare facilmente prodotti con tecnologia video di rete.

Tutte le applicazioni software per la gestione video consentono di aggiungere e configurare impostazioni di base della telecamera, velocità di trasmissione, risoluzione e formato di compressione, ma alcune includono anche funzionalità più avanzate, quali il rilevamento delle telecamere e la gestione completa dei dispositivi. Più grande diventa un sistema di videosorveglianza, più importanza acquisisce la possibilità di gestire in modo efficiente i dispositivi in rete.

I programmi software che consentono di semplificare la gestione delle telecamere di rete e dei codificatori video in un’installazione spesso offrono le seguenti funzionalità:

  • Identificazione e visualizzazione dello stato di connessione dei dispositivi video in rete.
  • Impostazione di indirizzi IP.
  • Configurazione di una o più unità.
  • Gestione di aggiornamenti del firmware di più unità.
  • Gestione dei diritti di accesso degli utenti.
  • Creazione di un foglio di configurazione, che consente agli utenti di ottenere, in una sola posizione, una panoramica di tutte le configurazioni delle telecamere e di registrazione.

Sicurezza

Una parte importante della gestione video è la sicurezza. Un prodotto con tecnologia video di rete o un software per la gestione video deve consentire la definizione o l’impostazione di quanto segue:

  • Utenti autorizzati
  • Password
  • Diversi livelli di accesso utente, ad esempio:
    - Amministratore: accesso a tutte le funzionalità (nel software AXIS Camera Station, ad esempio, un amministratore può scegliere le telecamere e le funzionalità alle quali un utente può accedere)
    - Operatore: accesso a tutte le funzionalità eccetto determinate pagine di configurazione
    - Visualizzatore: accesso solo al video in diretta acquisito dalle telecamere selezionate

Public View Monitoring (PVM)

Il sistema Public View Monitor (PVM) fornisce filmati dal vivo del settore della vendita al dettaglio. Un monitor visualizza video di sicurezza selezionati al pubblico. Ad esempio, i clienti possono vedere le immagini in diretta di se stessi al momento dell'ingresso nel negozio, inviando così un messaggio forte che la videosorveglianza è attiva. Questo scoraggia comportamenti indesiderati, contribuendo a ridurre le perdite e migliorare le relazioni con i clienti.

Esempi di impostazione del sistema

Un sistema video di rete è un percorso scalabile, flessibile e conveniente per soluzioni PVM potenti e con diverse impostazioni di sistema.

Monitor mostra riprese video da un NVR/VMS.

Monitor mostra riprese video da un decodificatore.

Monitor mostra riprese video da un tablet.

Argomento successivo: Sistemi integrati

Sistemi integrati