Identificazione e riconoscimento

Posizionamento della telecamera

La progettazione del sistema deve tener conto del movimento.Per l'identificazione, spesso si consiglia una velocità in fotogrammi minima da 5 a 8 fps.Gli obiettivi di sorveglianza possono richiedere velocità in fotogrammi più alte, ad esempio se si desidera ottenere un'immagine più nitida di una serie di eventi.Se la scena acquisita include persone o oggetti che attraversano il campo visivo ad alta velocità o si trovano vicino alla telecamera, sarà probabilmente opportuno aumentare la velocità in fotogrammi per assicurarsi che la telecamera non perda l'azione.

Inoltre, per acquisire filmati nitidi di persone od oggetti in rapido movimento, è necessario usare basse velocità otturatore.L'uso di telecamere che supportano la funzione Progressive Scan elimina le sfocature degli oggetti in movimento tipiche del video interlacciato.

Figura 4: Un'immagine con una buona illuminazione, in intensità e direzione. La telecamera è posizionata allo stesso livello delle persone e gli obiettivi offrono sia messa a fuoco che profondità di campo.

La compressione può influire molto sull'utilizzabilità del materiale registrato per l'identificazione e il riconoscimento.I rapporti di compressione elevati introducono sfocature o effetti mosaico che complicano l'identificazione.Se l'algoritmo di compressione prevede un limite di velocità di trasmissione, la compressione potrebbe aumentare quando c'è movimento, rendendo inutilizzabili filmati che sarebbero altrimenti nitidi.Utilizzando una velocità di trasmissione variabile, d'altro canto, la compressione rimane invariata, ma la larghezza di banda utilizzata aumenta in caso di movimento.

Test