Banner installation challenges
axisFlexSubBanner

7

Posizionamento delle telecamere


Quando si definisce il posizionamento delle telecamere durante l'installazione bisogna tener conto di molti fattori. Come già detto in Scelta della telecamera, sono gli obiettivi di sorveglianza che determinano quale tipo di telecamera usare, come pure dove essa deve essere collocata.

L'acquisizione di un'immagine utile comporta molto più del semplice puntare la telecamera su un oggetto. Illuminazione, angolo, riflessi, zone morte ed il fattore zoom sono tutti elementi da prendere in considerazione quando si tratta di telecamere PTZ. Anche evitare la retroilluminazione e ridurre al minimo i riflessi sono fattori di cui occuparsi. In alcuni ambienti, per risolvere i problemi di scena più difficili, è più facile cambiare l'ambiente stesso.

Il posizionamento della telecamera è un fattore altrettanto importante per evitare gli atti di vandalismo. Ad esempio, l'installazione della telecamera a una certa altezza dal suolo o sul soffitto consente di ridurre al minimo il rischio di manomissioni. Lo svantaggio potrebbe essere l'angolo di visualizzazione, che, in una certa misura, è possibile compensare scegliendo un obiettivo diverso.


Scopo della telecamera


Lo scopo di ciascuna telecamera deve essere chiaramente definito. Se l'obiettivo è ottenere una panoramica di un'area per tenere sotto controllo i movimenti di persone o oggetti, accertarsi di collocare una telecamera appropriata per lo scopo in una posizione che consenta di raggiungere l'obiettivo.

Se l'obiettivo è identificare una persona o un oggetto, la telecamera deve essere posizionata o puntata in modo da garantire il livello di dettaglio necessario per consentire l'identificazione. Anche le forze dell'ordine locali possono fornire suggerimenti su come posizionare al meglio una telecamera.


Campo visivo


Il metodo più veloce per determinare la lunghezza focale dell'obiettivo necessaria per un determinato campo visivo consiste nell'utilizzare un calcolatore per obiettivo rotante o un calcolatore per obiettivo online. Entrambi possono essere richiesti ad Axis in: Lens Calculator

Anche la dimensione del sensore immagini di una telecamera di rete (solitamente 1/4", 1/3", 1/2" e 2/3") deve essere inclusa nel calcolo. Lo svantaggio di utilizzare un calcolatore per obiettivi è che non prende in considerazione possibili distorsioni geometriche dell'obiettivo.


Distanza tra la telecamera e l'oggetto


Per calcolare la distanza, utilizzare il Teorema di Pitagora: a² + b² = c²



Figura 11. Teorema di Pitagora: a² + b² = c²


Ampia copertura dell'area con punti di acquisizione


Una telecamera fornisce una visione d'insieme della scena, ma non consente di avere sufficienti dettagli per l'identificazione di persone presenti nell'area. Se questo è uno degli obiettivi di sorveglianza, allora nel progetto bisogna includere un'altra telecamera (vedi Figura 11). L'identificazione avviene non appena una persona entra in un'area di grandi dimensioni. Le informazioni sulla posizione e sul numero delle persone presenti nella stanza possono essere ottenute in modo obiettivo utilizzando un'altra telecamera grandangolare.



Figura 12. Una stanza coperta da due telecamere; una copre la vista d'insieme e l'altra un punto di acquisizione.


Considerazioni sulla luce


Per un posizionamento corretto delle telecamere, è importantissimo prendere in considerazione la luce. Solitamente è facile e vantaggioso da un punto di vista economico aggiungere lampade luminose in ambienti interni ed esterni per migliorare le condizioni di illuminazione e acquisire immagini nitide.

Quando si montano telecamere all'esterno, è importante tener conto di come la luce solare cambierà durante il giorno. È importante anche evitare la luce diretta del sole perché "acceca" la telecamera e può ridurre le prestazioni del sensore immagini. Se possibile, posizionare la telecamera in modo che i raggi del sole siano dietro di essa.


Evitare la retroilluminazione


Il problema della retroilluminazione si verifica generalmente quando si tenta di riprendere un oggetto davanti a una finestra. Per evitare tale problema, cambiare l'ambiente riposizionando la telecamera o utilizzare tende o piante oppure, se possibile, chiudere le persiane. Si può anche utilizzare un tappeto per ridurre al minimo i riflessi in situazioni di questo tipo e ridurre, quindi, la retroilluminazione. In caso contrario, cambiare la posizione della telecamera e aggiungere una fonte di luce frontale. Le telecamere che supportano la funzione Wide Dynamic Range sono consigliate per la gestione di uno scenario con retroilluminazione.



Figura 13. In questa scena, per risolvere il problema della retroilluminazione, sono state abbassate le persiane ed è stata utilizzata una pianta.


Direzione del sole


Quando si montano telecamere all'esterno, è importante tener conto di come la luce solare cambierà durante il giorno. In un momento della giornata (al tramonto), la telecamera cancellata nella Figura 13 sarebbe rivolta verso il sole.

Se si deve sorvegliare l'esterno di un edificio, occorre tenere presente che la posizione può essere più o meno influenzata dalla luce solare diretta. Posizionare la telecamera dove la luce del sole influisce di meno.



Figura 14. La luce del sole cambia durante il giorno.


Regolazione delle angolazioni



Zone di rilevamento e zone morte


La Figura XX mostra le diverse portate/zone di una telecamera. La linea più vicina alla telecamera indica il punto in cui viene rilevata l'altezza massima. La linea gialla mostra il punto di altezza minima richiesta rilevabile. La zona di rilevamento si trova tra queste linee. Questi fattori devono essere considerati al momento dell'installazione in modo da assicurare la corretta copertura della telecamera.



Figura 15. Tenere presente le zone morte della telecamera.


Il campo visivo deve essere verificato sia in senso orizzontale che verticale. Spesso la programmazione si basa su planimetrie che mostrano solamente la vista dall'alto dell'area. Per assicurare la copertura desiderata bisogna tener conto anche della vista laterale.



Figura 16. Ricordarsi di verificare il campo visivo sia in senso orizzontale che verticale.


Regolazione dell'angolazione


Fare attenzione ad evitare angoli di visualizzazione troppo ampi quando si sistemano telecamere sulle porte o negli ingressi. Come illustrato nelle figure, maggiore è l'angolo rispetto all'oggetto, maggiore è la difficoltà di riconoscimento dei tratti somatici. Come abbiamo visto, un'angolazione di 10°-15° garantirebbe la visualizzazione migliore per l'identificazione somatica. D'altro canto, una posizione più alta della telecamera garantirebbe una maggiore protezione dagli atti di vandalismo. Tutto ciò ci riporta agli obiettivi di sorveglianza iniziali: l'identificazione è veramente necessaria?



Figura 17. Maggiore è l'angolo rispetto all'oggetto, maggiore è la difficoltà di riconoscimento dei tratti somatici.





axisFlexSubContent