Tempi di inattività ridotti al minimo in ambienti critici

Articolo
4 settembre, 2019
Nel peggiore dei casi, l'arresto imprevisto della produzione in un ambiente critico può causare eventi catastrofici con conseguenze negative sulla pubblica sicurezza e/o sull'ambiente su larga scala. Nel migliore, può significare perdite nella produzione con costi di migliaia, o addirittura milioni, di dollari. Alcune aziende stanno adottando un tipo di manutenzione maggiormente predittivo, in grado di fornire una migliore panoramica sullo stato delle risorse fondamentali. Vediamo come la tecnologia Axis sta “alimentando” questa tendenza.

Questo risulta maggiormente evidente nel settore energetico, in particolare quello petrolifero – che vede una distribuzione delle risorse in luoghi remoti o pericolosi - e presenta costi di arresto degli impianti tra i più alti di qualsiasi settore.

Se si considera la posta in palio, non stupisce che le aziende stiano passando da una strategia di manutenzione reattiva a una preventiva o addirittura predittiva. Molte di queste aziende, però, si affidano ancora a un approccio funzionale "vecchia scuola", dove i tecnici vengono inviati a intervalli pianificati per valutare di persona e registrare i dati critici. Questo, per un'azienda tipo del settore petrolifero con oltre 20 mila siti di estrazione, comporta costi significativi. Inevitabilmente, le risorse critiche vengono sottoposte a una manutenzione superflua o insufficiente in quanto raramente la pianificazione non viene rispettata.

Quando il costo del petrolio è basso, ogni singolo barile è importante. Per un risultato finale di qualità è fondamentale operare in modo efficiente. Per questo motivo, le aziende più progressiste stanno adottando una strategia di manutenzione predittiva che comprende il monitoraggio online distribuito. Grazie ai progressi in ambito automazione, tecnologia wireless, sistemi SCADA e dispositivi fotovoltaici, la raccolta dati a distanza da sensori permanenti permette una migliore valutazione dello stato delle risorse critiche, contribuendo a un flusso operativo più omogeneo.

Vediamo come la tecnologia Axis sta “alimentando” questa tendenza.

Immagini termiche per un monitoraggio migliore delle fiaccole di erogazione

Nell'industria chimica e petrolchimica, la combustione controllata dei gas in eccesso è fondamentale per eliminare la pressione sulle risorse critiche. Se la fiamma si spegne, il personale è soggetto a seri rischi per la salute e la sicurezza, con possibili multe salate dagli enti di supervisione ambientale. Le telecamere termiche Axis permettono un monitoraggio migliore delle fiaccole di erogazione, garantiscono un profilo termico stabile e inviano proattivamente un allarme agli operatori in caso di riduzione della fiamma.

Telecamere antideflagranti per una maggiore tutela della salute e della sicurezza

Oil rig
In ambienti pericolosi, prevenire infortuni e decessi è fondamentale

 

Negli ambienti esposti a pericoli, la prevenzione degli incidenti è fondamentale: sia per la sicurezza e la salvaguardia del personale che per i costi di fermo associati. Grazie all'omologazione per applicazioni a rischio di esplosione, in conformità con tutte le normative internazionali in materia, le telecamere antideflagranti Axis consentono ai tecnici HSE di monitorare le aree maggiormente soggette a incidenti: ad esempio la lavorazione dei tubolari sui banchi di foratura. Inoltre, la nostra telecamera con allarme di temperatura monitora le differenze di temperatura e le perdite nelle risorse critiche, al fine di prevenire gli incidenti prima che si verifichino.

Il nuovo e conveniente alloggiamento alternativo a quello tradizionale in acciaio, AXIS F101-A XF P1367 è appositamente progettato per gli ambienti pericolosi. Ha un alloggiamento in alluminio leggero Classe I/II/III, Divisione 1, Zona 1, certificato ATEX e IECEx, si configura facilmente da remoto e fornisce immagini nitide in condizioni di luce scarsa. Il colore rosso aiuta il personale a individuarla per segnalarla agli operatori nelle situazioni di emergenza.

Monitoraggio delle condizioni in tempo reale

Grazie ai progressi della produzione di immagini video e della potenza di elaborazione, le telecamere di rete risultano u prezioso alleato nei sistemi di monitoraggio delle condizioni, permettendo di confermare visivamente gli allarmi dei sensori e valutare correttamente la situazione di emergenza. L'analisi video all'avanguardia trasforma le telecamere in sensori primari per tecnici HSE, che possono rilevare i livelli di presenza sul banco di foratura, la conformità PPE o l'ostruzione dei percorsi di evacuazione.

Migliore comunicazione grazie agli altoparlanti di rete

Con gli altoparlanti di rete Axis, la comunicazione di messaggi di allerta in tempo reale o pre-registrati risulta semplice anche agli operatori nelle postazioni remote: per avvisarli su un rischio per la sicurezza o fornire istruzioni per intervenire sull'allarme del sensore. Grazie all'integrazione degli altoparlanti Power over Ethernet (PoE), le aziende del settore petrolifero possono risparmiare sui costi di manutenzione e implementazione dei sistemi PA. Inoltre, il sistema è adattabile senza dover aggiornare i supporti degli amplificatori in dotazione. Per l'integrazione degli altoparlanti e delle telecamere Axis basta un semplice clic sulla procedura di configurazione.

Tecnologia connessa

I moduli relè I / O di rete offrono un modo semplice ed economico per estendere la funzionalità di qualsiasi dispositivo e integrarla con gli altri sistemi della struttura quali allarme antincendio, HVAC e BMS. Questa tecnologia è particolarmente utile per estendere i segnali I/O di qualsiasi sensore di temperatura locale al sistema SCADA centrale per attivare, ad esempio, il lampeggiante, i messaggi degli altoparlanti e le registrazioni della telecamera in caso di emergenza.

Protezione anti-intrusione affidabile

Qualsiasi tipo intrusione fisica non autorizzata può compromettere enormemente le risorse critiche e causare l'arresto della produzione. Grazie alla soluzione anti-intrusione Axis, è possibile proteggere l'intero sito di produzione: dal perimetro al nucleo operativo centrale. Una combinazione di tecnologia termica, radar e PTZ rileva, identifica e rintraccia gli intrusi. Il controllo degli accessi limita gli spostamenti nelle aree a rischio. Dispositivi audio con messaggi di allarme preregistrati scoraggiano l'accesso non autorizzato

Sfruttare al meglio la tecnologia a disposizione

Tutto contribuisce a un risultato finale di qualità fondamentale per operare in modo efficiente. Un sistema completo di soluzioni Axis in ambito video, analisi intelligente, controllo degli accessi e audio risolve tutti i requisiti di protezione nelle infrastrutture critiche: intrusione, efficienza operativa, salvaguardia e sicurezza, tutti elementi che possono causare il rischio di fermi imprevisti. Integrando le soluzioni Axis nella strategia di monitoraggio delle condizioni già disponibile, è possibile rilevare gli incidenti prima che si verifichino, evitando interruzioni e problemi della produzione.

Scopri di più:
Infrastrutture sensibili
Per ulteriori informazioni contattare: Mara Baj, Marketing Assistant, Axis Communications
Telefono +34 597 837 40
Per saperne di più