L’utilizzo di telecamere per ridurre i consumi di energia

Articolo
23 novembre, 2018
1 agosto 2018: è il giorno in cui la popolazione mondiale ha esaurito tutte le risorse che la Terra può fornire naturalmente in un anno. Ogni anno, l'Overshoot Day, ovvero il giorno in cui viene superata la quantità di cibo, acqua ed energia che il nostro pianeta è in grado di rigenerare, arriva sempre prima. Questo significa che, dagli anni '70, viviamo di risorse che prendiamo in prestito dal futuro. Il debito è cresciuto così tanto che servirebbero 1,7 pianeti per compensare le future generazioni. Lasciare le luci o il riscaldamento accesi di notte in un'azienda, quando non c'è nessuno, ha un impatto negativo sulla sostenibilità del pianeta.  

Un recente studio dell'Università Ben Gurion del Negev (Israele) afferma che “i maggiori consumi di energia sono imputabili agli edifici, responsabili di quasi il 50% delle emissioni di anidride carbonica (CO2)”.

Come ogni problema globale, non è dovuto ad un solo fattore, ma ad una serie di situazioni e comportamenti che ci hanno portati fin qui. E come ogni problema globale, non esiste un solo modo di risolverlo, ma tutti possono fare qualcosa per dare una mano.

Per fortuna, le imprese cominciano a diventarne consapevoli. Nel 2007, un'indagine ha riscontrato che Canary Wharf, un grande quartiere finanziario di Londra, sprecava milioni di sterline tenendo accese le luci negli uffici per tutta la notte. Da sola, la Canary Wharf Tower emetteva la stessa quantità di CO2 di oltre 4000 voli transoceanici all'anno. Dieci anni dopo, i progressi nel settore ci portano a parlare di edifici che azzereranno le emissioni di CO2 o addirittura le sottrarranno all'atmosfera entro il 2030. Se avete voglia di contribuire, le telecamere possono darvi una mano a ridurre al minimo l'impatto ambientale e a salvare il pianeta diminuendo i consumi di energia.

Due modi per ridurre i consumi energetici

Le telecamere non sono solo capaci di acciuffare i criminali, ma possono anche contribuire a ridurre molto i consumi energetici. Come? In due modi, uno diretto e l'altro indiretto. Il primo consiste nel risparmiare energia utilizzandola solo quando è necessario, mentre il secondo ha origine in una fase precedente, ovvero la catena di produzione.

Nel calcolare l'energia necessaria, una delle difficoltà più grandi è valutare quante persone utilizzino ogni parte di un edificio (es. una stanza o un'area comune) e quando. Spesso, i calcoli vengono fatti in base a statistiche che riguardano l'intero edificio, e non le singole stanze. Tuttavia, con l'aiuto delle telecamere è possibile aggregare i singoli dati per rendere le statistiche più accurate.

 

Telecamere per regolare le luci e il riscaldamento

Cameras to lower energy consumption
Le telecamere di rete possono aiutare ad abbattere i consumi energetici segnalando i momenti in cui occorre regolare le luci.

Un esempio è l'Università Aalto in Finlandia, che ha utilizzato le telecamere Axis con analisi dati integrate per creare una rete intelligente. In tempo reale, le telecamere registrano la presenza di persone in una stanza e trasmettono i dati al sistema, regolando l'illuminazione ed il riscaldamento. In questo modo, l'università riduce i consumi energetici del 15-18%, risparmiando denaro e aiutando pianeta.

Si potrebbe obiettare dicendo che tenere le luci accese di notte è un buon modo per scoraggiare il crimine e che un'illuminazione forte è necessaria per consentire alle telecamere di acquisire immagini della più alta qualità possibile. La bella notizia è che è vero il contrario. Innanzitutto, vari studi suggeriscono che un edificio buio scoraggia il crimine molto di più di uno illuminato. In secondo luogo, le innovazioni tecnologiche come Axis Lightfinder, che grazie ad un'estrema sensibilità alla luce consente alle telecamere di trasmettere immagini a colori con soli 0,18 lux o meno, permettono di ottenere immagini ad alta risoluzione nella quasi totale oscurità.


Più sicurezza e meno emissioni

School district of Rock Hill enhanced the security and experienced significant electrical savings, by using Axis Lightfinder technology.
Utilizzando la tecnologia Axis Lightfinder, il distretto scolastico di Rock Hill ha ottenuto importanti risparmi di energia.

Chiedetelo alle scuole di Rock Hill, in North Carolina. I campus volevano più sicurezza negli edifici ma anche meno emissioni di anidride carbonica, quindi hanno deciso di spegnere le luci ed usare la tecnologia Lightfinder per aggiornare i sistemi di videosorveglianza. In questo modo, ciascuna delle 27 scuole è stata in grado di risparmiare sulle bollette migliaia di dollari. Come potete vedere, essere più ecologici conviene al pianeta ma anche al portafoglio.

Questi esempi sono alcuni modi per controllare direttamente i consumi di energia; tuttavia, ne esiste un altro non meno importante che risiede più a monte. L'uso di qualsiasi prodotto elettrico implica un consumo di energia, che ha impatto sull'ambiente e provoca emissioni che rischiano di danneggiare le acque, l'aria e la terra. Se i produttori non aiutano a ridurre i consumi energetici, le imprese non saranno in grado di diminuire le emissioni.

Telecamere a basso consumo energetico

Per affrontare il problema, i prodotti Axis sono realizzati in modo sostenibile e consumano poco. Si tratta di una delle massime priorità per Axis, che già in fase di sviluppo progetta ogni telecamera affinché consumi meno mantenendo inalterate le sue funzionalità.

Grazie alle innovazioni tecnologiche e delle funzionalità delle telecamere, si osservano importanti miglioramenti nell'efficienza operativa dei sistemi di sorveglianza. Sfruttando la maggiore potenza di calcolo delle telecamere ad alta risoluzione e funzionalità come lo streaming multi-vista, il campo visivo di ogni telecamera è nettamente migliore ed è possibile sorvegliare più aree con una sola unità. Questo significa che servono meno dispositivi (e dunque meno energia per alimentare il sistema), senza compromettere la qualità delle immagini o il campo d'azione della sorveglianza.

Esaminando la questione dalla prospettiva opposta, certe applicazioni di sorveglianza richiedono un minore campo d'azione: dunque, se si usa una telecamera potente e ad ampio raggio è probabile che molta energia vada sprecata. Spesso, l'area da sorvegliare ha un profilo più verticale che orizzontale, come nel caso di scale, corridoi, corsie, strade, passaggi o gallerie. In queste situazioni, il tradizionale formato orizzontale non è ottimale perché crea flussi video in cui gran parte del campo visivo (nello specifico, i lati dell'immagine) è ridondante. Inoltre, la qualità d'immagine non è massima perché non vengono sfruttate tutta l'area e la risoluzione del sensore d'immagine della telecamera, sprecando anche larghezza di banda e spazio di archiviazione. Le telecamere con funzionalità ottimizzate per queste situazioni possono ridurre gli sprechi di energia. Per esempio, Axis Corridor Format trasmette un flusso video orientato verticalmente che si adatta in modo perfetto all'area monitorata, aumentando al massimo la qualità d'immagine ed eliminando gli sprechi di larghezza di banda e spazio.

Questi sono solo alcuni esempi di come le innovazioni tecnologiche delle telecamere possano migliorare i consumi energetici e far risparmiare denaro. Per maggiori informazioni su come utilizzare le telecamere per ridurre i consumi di energia, scaricate il documento tecnico "Sistemi di sorveglianza IP ed effetti positivi sui consumi energetici di un'impresa".

Utilizzando dispositivi elettronici che consumano meno e sfruttando i dati per ottimizzare l'uso dell'energia, non solo inciderete sul budget della vostra attività, ma contribuirete anche a dare un futuro sostenibile all'intero pianeta.

Per maggiori informazioni:
2017 Sustainability report
Per ulteriori informazioni contattare: Mara Baj, Marketing Assistant, Axis Communications
Telefono +34 597 837 40