Una nuova era per le Analitiche Video

Articolo
14 ottobre 2021
Anche se le analitiche non sono una novità nella videosorveglianza – la prima applicazione di questo tipo ha fatto la sua comparsa sulle telecamere Axis oltre 20 anni fa – grazie ai progressi tecnologici hanno compiuto grandi passi in avanti negli ultimi anni. Con le future innovazioni a livello di hardware, software e piattaforme, le possibilità di utilizzare analitiche edge avanzate nella videosorveglianza aumenteranno ulteriormente in ogni settore. Mentre una delle principali attività di Axis è sviluppare le telecamere di sorveglianza della più alta qualità, l'azienda e i suoi Partner stanno anche creando una suite di analitiche che permetterà ai clienti di sfruttare al meglio i propri investimenti sull'hardware. Abbiamo intervistato Petra Bennermark, responsabile delle soluzioni analitiche Axis, per ripercorrere la storia delle analitiche sulle soluzioni Axis e parlare del loro futuro.

Petra, in questo momento la parola "analitiche" è sulla bocca di tutti quelli che lavorano nella sicurezza e nella sorveglianza. Ma prima di capire perché, può raccontarci brevemente la storia di Axis e delle analitiche?

 

Certo. Tutti sanno che Axis progetta e produce le telecamere di sorveglianza della più alta qualità, fin da quando ha creato la prima telecamera di rete nel 1996. Poiché volevamo continuare a soddisfare le esigenze dei clienti e ampliare le aree di applicazione nella sorveglianza, poco tempo dopo la nascita della telecamera di rete abbiamo intravisto la possibilità di aggiungervi le analitiche. Era chiaro che poter analizzare le informazioni video e creare azioni o avvisi in base ai risultati avrebbe subito reso più efficienti le operazioni di sicurezza e sorveglianza dei nostri clienti.

Nel 2000, alle telecamere è stato aggiunto il rilevamento del movimento, che avvisava gli operatori e attivava una registrazione quando veniva rilevato movimento in una scena altrimenti statica. Qualche anno dopo è stato introdotto il codificatore video AXIS 242S: era una vera rivoluzione, perché consentiva di applicare le analitiche direttamente al flusso video della telecamera, mentre i Partner avevano l'opportunità di sviluppare applicazioni dedicate. Nel 2009 è nata ACAP (AXIS Camera Application Platform), che ha dato più struttura e la possibilità di sviluppare applicazioni analitiche per le nostre telecamere a una gamma più ampia di Partner.

Oggi, la potenza di calcolo delle telecamere, che consente di utilizzare sempre di più il machine e il deep learning, ha trasformato le capacità analitiche. Alla base di efficaci analitiche video ci sono le telecamere di alta qualità e dalla grande potenza di calcolo. Tutti i vantaggi iniziano con il chip che progettiamo noi, ARTPEC.

Perché un chip proprietario è così importante per le analitiche?

Petra Bennermark
Petra Bennermark, manager of analytics solutions at Axis

In parole semplici, perché possiamo progettare un chip totalmente ottimizzato per il video di rete, che però offre molti altri vantaggi: questo significa avere una piattaforma hardware ottimale per le analitiche video.

Dalla sua nascita nel 1999, il chip ARTPEC ha ispirato una serie di innovazioni e miglioramenti portati da Axis in questo settore, come Axis Lightfinder, Axis Wide Dynamic Range (WDR) e Axis Zipstream. In sostanza, ARTPEC è la piattaforma che permette di offrire la massima qualità video, fondamentale per le analitiche di alta qualità.

Tramite la progettazione del nostro chip, abbiamo creato telecamere di sorveglianza incredibilmente potenti, che ci consentono di spostare sempre di più le analitiche ai "margini" della rete, ovvero sulle telecamere stesse: è questa la tecnologia edge.

Le analitiche sulle telecamere, cioè vicino al punto di acquisizione del video, offrono diversi vantaggi. Favoriscono avvisi, decisioni e risposte più rapide senza ritardi. Fanno consumare meno larghezza di banda, spazio di archiviazione e infrastrutture server, dunque aumentano la scalabilità. Grazie alla possibilità di limitare i dati trasmessi, consentono anche di proteggere i dati sensibili. Inoltre, eseguire le analitiche sul video non compresso in modalità edge significa non perdere informazioni con la compressione.

Le analitiche edge offrono una maggiore efficienza ed efficacia al sistema. Inoltre, i moderni strumenti di sviluppo permettono di utilizzare architetture ibride, che sfruttano al meglio gli ambienti edge, cloud e server on-premise. Questo significa che i dispositivi edge possono eseguire gran parte delle analitiche, mentre i risultati possono essere combinati con i dati acquisiti da altre fonti e analizzati ulteriormente su server in cloud o on-premise. Ripartire l'elaborazione nel sistema riduce i costi e offre agli utenti una migliore esperienza, oltre che un maggiore valore al cliente.

Axis produce le analitiche da molti anni. La crescita in questa area cambierà la natura dell'azienda?

 

Non credo che cambierà la nostra natura e certamente non cambierà la nostra volontà di innovare per un mondo più smart e sicuro. I costanti miglioramenti alla nostra piattaforma per telecamere – basata sul chip ARTPEC – ci consentono di sviluppare un maggior numero di analitiche native, integrate e migliorate, ma permettono anche ai nostri Partner di creare più applicazioni. Tutto ciò ci consente di raggiungere il nostro obiettivo, ovvero soddisfare le esigenze dei clienti e aumentare i casi d'uso in ambito di sicurezza ed efficienza operativa.

I nostri ingegneri di sviluppo cercano sempre di aumentare le capacità analitiche della nostra piattaforma. Questo significa migliorare e ampliare le analitiche edge, ma anche avere molte più possibilità di ricercare e analizzare video dopo l'acquisizione. In entrambe le aree verranno compiuti grandi passi in avanti nel prossimo futuro. Molto si dovrà alla generazione di più metadati in modalità edge insieme al video

"Metadati" è un'altra parola che si sente spesso ultimamente. Può spiegare che cosa sono e perché sono così utili? 

 

In poche parole, i metadati sono dati su altri dati. Nella videosorveglianza, i metadati descrivono informazioni su quanto si osserva nel video. Ad esempio, la classificazione degli oggetti presenti in una scena – come veicoli e persone - e gli attributi ad essi associati, come il colore dei veicoli e degli indumenti o la direzione di marcia.

Questo può essere molto utile quando si esegue una ricerca su grandi quantità di filmati. Ad esempio, gli operatori possono cercare impostando un criterio come: “Trova tutti i video del quartiere commerciale che contengono un'auto rossa tra le 18:00 e le 22:00 di mercoledì 25 marzo”. Guardando al futuro, sarà importante anche per individuare modelli e tendenze utili per il planning organizzativo.

Le potenzialità nel campo della business intelligence sono pressoché infinite. Prevediamo che i nostri Partner esploreranno quest'area e svilupperanno un buon numero di applicazioni che offriranno una maggiore efficienza ai nostri clienti.

Quali sono gli sviluppi che consentiranno alle analitiche di progredire ulteriormente?

 

Penso che l'innovazione sarà trainata da due fattori, molto legati tra loro: da un lato, gli ulteriori miglioramenti delle capacità di elaborazione in modalità edge, con la possibilità di creare nuove applicazioni analitiche; dall'altro, l'attenzione all'utilizzabilità, per fare in modo che i vantaggi delle analitiche siano sfruttati al massimo.

Abbiamo già diverse telecamere che utilizzano le analitiche con deep learning o, per usare un termine più ampio, "intelligenza artificiale". Con la prossima versione del chip ARTPEC, il supporto per il deep learning con accelerazione hardware si farà strada su molte più telecamere. Di conseguenza, le telecamere avranno prestazioni nettamente superiori in termini di elaborazione d'immagine, compressione e analitiche, consumando anche meno energia.

Mentre le soluzioni di sorveglianza dei clienti adotteranno un mix ibrido di ambienti – edge, server on-premise e cloud - le analitiche edge ad alte prestazioni con deep learning saranno ovunque. Naturalmente, non siamo minimamente vicini a livelli di intelligenza simili all'uomo e le analitiche hanno ancora qualche limitazione – ma i rilevamenti più precisi e la maggior ricchezza di dati delle analitiche con deep learning diventeranno uno strumento ancora più utile agli operatori. In breve, la sicurezza e l'efficienza operativa aumenteranno.

Detto questo, le analitiche avranno un'utilità solo se implementate e utilizzate efficacemente – il nostro obiettivo rimane quello di semplificare il più possibile il lavoro ai clienti e agli integratori di sistemi. Sarà fondamentale che le analitiche siano quanto più semplici e veloci da configurare e utilizzare, ma anche fornire interfacce aperte e strumenti di supporto.

Mentre Axis cercherà di sfruttare al meglio la piattaforma analitica offerta dalle sue telecamere, sarà la nostra rete globale di sviluppatori software ad accelerare l'innovazione delle analitiche. Le innovazioni di ACAP metteranno a disposizione la piattaforma per telecamere Axis a un numero di sviluppatori più alto che mai. Le potenzialità per le applicazioni di visione artificiale basate sulla piattaforma Axis sono quasi infinite; siamo impazienti di vedere cosa nascerà grazie all'immaginazione della nostra comunità di Partner.

Per maggiori informazioni sul portafoglio di soluzioni analitiche Axis, fare clic qui.
Soluzioni Analitiche
Per ulteriori informazioni contattare: Enrica Marras, Marketing Specialist, Axis Communications
Telefono +39 02 8424 5762
Per saperne di più