Video encoders

Cos’è un codificatore video?

An illustration of how analog video cameras and analog monitors can be integrated with a network video system using video encoders and decoders.

Un codificatore video rende possibile convertire un sistema analogico TVCC in un sistema con tecnologia video di rete. Consente agli utenti di sfruttare i vantaggi della tecnologia video di rete senza dover rinunciare alle risorse analogiche esistenti, come ad esempio le telecamere TVCC analogiche e i cavi coassiali. Il codificatore video, collegato a una telecamera analogica tramite cavo coassiale, converte infatti i segnali video analogici in flussi video digitali che vengono quindi trasmessi tramite una rete cablata o wireless basata su IP (ad esempio, LAN, WLAN o Internet). Per visualizzare e/o registrare video digitali, è possibile utilizzare monitor di computer e PC anziché sistemi DVR o VCR e monitor analogici.

Utilizzando i codificatori video, le telecamere analogiche di tutti i tipi, ad esempio telecamere fisse, per ambienti interni/esterni, a cupola, PTZ e telecamere speciali, quali le telecamere termiche altamente sensibili e le telecamere microscopiche, possono essere controllate e gestite in remoto tramite una rete IP.

Il codificatore video offre anche altri vantaggi, come ad esempio le funzioni IV (Intelligent video) e per la gestione degli eventi, nonché opzioni di protezione avanzate. Inoltre, offre scalabilità e facilità di integrazione con altri sistemi di sicurezza.

Considerazioni e componenti del codificatore video

I codificatori video Axis offrono molte funzioni identiche a quelle delle telecamere di rete. Fra i componenti principali di un codificatore video figurano:

  • Ingresso video analogico per il collegamento di una telecamera con cavo coassiale.
  • Processore il sistema operativo, le funzionalità di rete e di sicurezza, per codificare i filmati analogici con vari formati di compressione e per l'analisi video. Il processore determina le prestazioni di un codificatore video, solitamente misurate in fotogrammi al secondo alla massima risoluzione. I codificatori video avanzati sono in grado di offrire la massima velocità di trasmissione alla risoluzione più elevata per ciascun canale video (30 fps con telecamere analogiche NTSC o 25 fps con telecamere analogiche PAL). I codificatori video Axis dispongono inoltre di una funzionalità di rilevamento del segnale video analogico in ingresso, per distinguere tra gli standard PAL e NTSC. Per maggiori informazioni sulle risoluzioni NTSC e PAL, vedere risoluzioni NTSC e PAL.
  • Memoria per l'archiviazione flash del firmware (programma del computer) e per il buffering delle sequenze video (tramite RAM).
  • Porta Ethernet/Power over Ethernet per la connessione a una rete IP: consente di inviare e ricevere i dati e alimentare l'unità e la telecamera collegata se supporta Power over Ethernet. Per maggiori informazioni su Power over Ethernet, vedere PoE.
  • Porta seriale (RS-232/422/485), spesso utilizzata per controllare le funzionalità pan/tilt/zoom di una telecamera PTZ analogica.
  • Connettori di ingresso/uscita per il collegamento di dispositivi esterni, come i sensori per rilevare gli eventi di allarme e i relè per attivare dispositivi che consentono di rispondere a un evento (es. luci).
  • Ingresso audio, per il collegamento di un microfono o un apparecchio di linea in ingresso, e uscita audio, per il collegamento agli altoparlanti.

I codificatori video per sistemi professionali devono soddisfare criteri rigorosi di affidabilità e qualità. Per scegliere un codificatore video, altre considerazioni includono: numero di canali analogici supportati, qualità delle immagini, formati di compressione, risoluzione, velocità di trasmissione e funzionalità quali supporto PTZ, audio, gestione degli eventi, IV, funzioni di sicurezza e Power over Ethernet.

Gestione degli eventi e IV

Uno dei vantaggi principali dei codificatori video Axis è la capacità di offrire funzionalità IV e per la gestione degli eventi, capacità non disponibili in un sistema video analogico. Funzioni IV incorporate, quali la funzione per il rilevamento di oggetti in movimento nel video in più finestre, la funzione per il rilevamento audio e l’allarme anti-manomissione attivo nonché le porte di ingresso per sensori esterni, consentono a un sistema di videosorveglianza di rete di essere sempre attivo in modo da rilevare eventuali eventi. Al momento del rilevamento di un evento, il sistema può rispondere automaticamente con determinate azioni, quali la registrazione di video, l’invio di allarmi per e-mail e SMS, l’accensione di luci, l’apertura e la chiusura di porte e l’attivazione di allarmi audio.

Argomento successivo: Codificatori video indipendenti

Codificatori video indipendenti