Sostenibilità: come continuiamo a ridurre l’impatto ambientale dei nostri prodotti

Rosalba Convertino

Il nostro ambiente rappresenta un pilastro per un futuro sostenibile.

È di questi giorni la notizia che la Toscana sarà la prima Regione d’Italia plastic free, anticipando gli obiettivi della Direttiva europea, per cui entro il 2021 gli oggetti di plastica monouso oggi comunemente utilizzati, come posate e piatti di plastica, cannucce, bastoncini cotonati, sacchetti di plastica osso-degradabili e contenitori per alimenti in polistirolo espanso, saranno vietati.

Una buona prassi che potrebbe trovare nuova estensione anche lungo altri lidi italiani, a fare da apripista a questa sensibilità, da ribadire soprattutto oggi.

Oggi è il 5 giugno, e come ogni anno viene celebrata la Giornata mondiale dell’ambiente, anche nota come WED (World Environment Day), fissata delle Nazioni Unite nel 1972.

In Axis prendiamo seriamente la sostenibilità, creare un mondo più intelligente e sicuro per tutti è per noi molto importante e siamo costantemente alla ricerca di come poter migliorare le aree di responsabilità ambientale.

Già nel 2016 ci eravamo dati l’obiettivo di ridurre in 5 anni le emissioni del 20%. Nel nostro processo di produzione, miriamo a ridurre l’uso di materiali vergini e tossici. I progetti di nuovi prodotti vengono valutati utilizzando una scheda di valutazione del Green Design, che chiarisce e incoraggia i progressi verso i nostri obiettivi generali. Il risultato è che il 95% dei materiali utilizzati nei prodotti Axis può essere riciclato o bruciato alla fine della loro vita. Inoltre, il 93% delle telecamere di rete Axis è ora privo di PVC. Nell’industria odierna, l’uso delle plastiche in PVC dovrebbe essere considerato in gran parte obsoleto, piuttosto che un’opzione predefinita. Siamo orgogliosi di essere un passo avanti.

Sempre in quest’ottica nel design dei nostri dispositivi, cerchiamo di utilizzare materiali facilmente riciclabili, compatibili con l’ambiente ove possibile ed eseguiamo analisi sul ciclo di vita (LCA), per comprendere l’impatto globale dei nostri dispositivi.

Questo è solo l’inizio del viaggio, il percorso di sostenibilità richiede impegno e sforzi quotidiani. Sappiamo di poter avere un impatto sul benessere non solo di chi lavora nell’azienda, ma di tutte le persone coinvolte nelle operazioni: ecco perché abbiamo deciso di firmare il Patto mondiale delle Nazioni Unite.

La strada è ancora lunga, ma siamo sicuri che con l’aiuto di tutti riusciremo a costruire un mondo più smart e sicuro per le prossime generazioni.

 

Scopri il nostro impegno ambientale